Gli ambiti in cui si annidano i fattori di rischio vanno ricercati in tutte le componenti coinvolte nel processo di approvvigionamento: (il bene, il cliente e il fornitore) dando luogo a una mappatura che identifica i fattori di rischio più rilevanti.
Il nostro esperto di Procurement, Giampiero Volpi, ci parla dell’importanza di condividere le analisi con le altre funzioni aziendali e di disporre dei dati necessari per sviluppare efficaci strategie e di gestione del rischio.
Il combinato di difficoltà di mercato dovute alla riduzione della domanda più tradizionale e di allungamento dei tempi di pagamento, riduce la liquidità a disposizione, con il risultato di non riuscire a favorire il superamento degli ostacoli del mercato.
Lo scouting attivo dovrebbe essere praticato con maggiore continuità e in modo proattivo, sia per evitare le emergenze sia per perseguire il miglioramento dei livelli qualitativi ed economici. Quali sono gli step da percorrere per una proficua ricerca?
Una nuova fase di innovazione digitale via web ha modificato lo scenario della relazione tra le aziende e i propri fornitori favorendo il passaggio alle metodologie telematiche dell’e-procurement.