albo fornitori digitale

Per chi si occupa di acquisti, una realtà ormai sempre più diffusa, specialmente a causa del Covid-19, è l’Inclusive Procurement, ovvero  l’ampliamento dell’albo fornitori per evitare di incappare in blocchi del processo di approvvigionamento. Se sulla carta, però, questa strategia doveva essere un modo per rivoluzionare il mondo del Procurement o almeno per rafforzare la catena di approvvigionamento, troppo spesso gli Uffici Acquisti passano ore a raccogliere e inserire i dati dei fornitori in fogli di calcolo, a chiamare per verificare che i dati siano corretti e a chiedersi dove sia andato tutto storto.

La raccolta manuale dei dati dei fornitori richiede tempo, è costosa e noiosa. I vostri talenti sono meglio utilizzati per identificare potenziali nuovi fornitori che possono fornire la prossima grande soluzione o coltivare i fornitori attuali per aiutarli a scalare e crescere. La soluzione è quindi la gestione dei fornitori attraverso l'implementazione di un albo fornitori digitale. Personalizzabile, scalabile e adattabile, è il coltellino svizzero nella vostra cassetta degli attrezzi per la gestione dei fornitori.

Vediamo come un albo fornitori digitale può rendere il vostro lavoro più facile e supportare una strategia di inclusive procurement, il vostro programma di diversificazione dei fornitori.

 

  1. Pre-qualificare ed espandere la vostra base di fornitori

Volete espandere la vostra base di fornitori senza aggiungere carico al vostro lavoro? Attraverso un questionario personalizzato, è possibile pre-qualificare i fornitori e indirizzare le loro informazioni al responsabile degli acquisti nella vostra organizzazione.

  1. Semplificare i processi per risparmiare tempo e denaro

Quando si automatizzano compiti meccanici come l'inserimento di nuovi fornitori in albo, si libera il personale addetto a questo tipo di attività per dedicare tempo a compiti che non possono essere automatizzati, come la costruzione di relazioni, lo sviluppo dei fornitori e la ricerca di nuove opportunità di fornitura. Un albo digitale serve anche come un unico punto di accesso per i fornitori attuali per aggiornare le loro informazioni e farvi avere, così, un database costantemente aggiornato.

  1. Migliorare la comunicazione con i fornitori

State contattando i fornitori individualmente per aggiornamenti a livello aziendale? Con un software di eProcurement dotato di albo fornitori digitale potete eliminare il carico di lavoro amministrativo con notifiche automatiche, come per le scadenze di certificazioni, assicurazioni, codici di condotta e affidavit per le piccole imprese. Potete anche configurare il profilo di registrazione per tracciare il tipo di merce in cui un fornitore è specializzato, quindi indirizzarlo automaticamente ai vostri acquirenti interni per la revisione e l'approvazione.

  1. Un login, molteplici opportunità

Quando si sceglie un software di eProcurement con un albo fornitori digitale come la piattaforma Niuma, il processo di registrazione dei fornitori sulla piattaforma è diversificato a seconda delle scelte e delle esigenze degli utenti che lo utilizzano; questo rende possibile ai fornitori registrarsi autonomamente sull’albo, se autorizzati dal buyer; ma lo stesso buyer può decidere di inserire manualmente i dati dei fornitori o gli elenchi utilizzati fino a quel momento. Inoltre, se a un fornitore viene richiesto di aggiornare i suoi documenti o certificati, l'aggiornamento sarà registrato automaticamente dopo l’azione del fornitore.

Un albo fornitori digitale è uno degli strumenti più versatili e preziosi che il vostro software di eProcurement dovrebbe avere. Fa risparmiare tempo e denaro riducendo il carico di lavoro ripetitivo e a scarso valore aggiunto in modo da potersi concentrare sulla crescita e sul rafforzamento della base di fornitori.

 

 

 

A cura di Giampiero Volpi 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *