Intelligenza Artificiale

Quando parliamo di Intelligenza Artificiale ci riferiamo a un insieme di sistemi tecnologici in grado di elaborare grandi quantità di dati e di simulare alcune funzionalità cognitive dell’uomo. Le applicazioni di questa tecnologia sono numerose, per questa ragione anche il Procurement può giovarne all’interno dei suoi processi. Nella fattispecie, il Machine Learning e la Robotic Process Automation sono i sottoinsiemi maggiormente sfruttati nelle tecnologie per il procurement. Ne abbiamo parlato in questi articoli:

  1. Intelligenza Artificiale: supportare o sostituire il lavoro umano?

La preoccupazione più diffusa, quando si parla di tecnologie come l’Intelligenza Artificiale, è quella che le macchine possano sostituire il lavoro umano. Siamo certi che non sia così perché, come per tutte le tecnologie e le automazioni, anche l’AI non è altro che un supporto al lavoro umano.

  1. Il progetto EPICS | Nuove tecnologie a supporto degli Acquisti

Il progetto EPICS (EProcurement Innovation for Challenging Scenarios) è il contesto entro il quale abbiamo studiato e progettato nuove soluzioni per lo Smart Procurement, alcune delle quali sono basate proprio sull’Intelligenza Artificiale.

  1. La Spend Analysis digitale per governare gli acquisti aziendali

Un primo esempio di applicazione dell’AI è alla base dei processi di Spend Analysis. Del resto, se è vero che i dati sono un tesoro inestimabile per tutti i processi di analisi, l’Intelligenza Artificiale è una delle tecnologie migliori per governarli: la velocità di aggregazione dei dati, infatti, è uno dei principali vantaggi che strumenti così potenti portano ai processi di business.

  1. Riconoscimento documentale automatizzato: l’AI supporta gli Acquisti

Infine, un’altra applicazione di AI nel Procurement è stata sperimentata con la nostra soluzione di riconoscimento documentale automatizzato. La validazione dei documenti dei fornitori è un’attività estremamente ripetitiva per chi si occupa di acquisti; essendo i Buyer impegnati nelle loro attività ordinarie, l’utilizzo di automatismi tecnologici nella fase di validazione documentale è un vantaggio decisivo per i Buyer e per l’azienda stessa.

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *